Regione Veneto

AGGIORNAMENTI CORONAVIRUS

Pubblicata il 24/02/2020

DPCM 25 OTTOBRE 2020 EFFICACE DAL 26 OTTOBRE AL 24 NOVEMBRE

La sintesi del provvedimento:
COMPORTAMENTI INDIVIDUALI
Obbligo sull'intero territorio nazionale di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie e di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all'aperto a eccezione dei casi in cui sia garantito, in modo continuativo, l'isolamento da persone non conviventi.
Raccomandato l'uso della mascherina in luoghi privati in presenza di persone non conviventi.
Obbligo di mantenere una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro
È fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune.
I soggetti con infezione respiratoria caratterizzata da febbre (maggiore di 37,5°) devono rimanere presso il proprio domicilio, contattando il proprio medico curante.
E’ imposto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso.

ORDINANZE DI CHIUSURA
Possibile chiusura delle strade o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, dopo le ore 21,00.

PARCHI PUBBLICI
Consentito l'accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici nel rigoroso rispetto del divieto di assembramento nonché della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.
Sospese le attività dei parchi tematici e di divertimento
Consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all'aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività

COMPETIZIONI SPORTIVE
Sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato ad eccezione delle competizioni e delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, riguardanti gli sport individuali e di squadra, riconosciuti dal CONI, dal CIP e dalle Federazioni.

IMPIANTI SCIISTICI
Sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici; gli stessi possono essere utilizzati solo da parte di atleti professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e/o dalle rispettive federazioni per permettere la preparazione finalizzata allo svolgimento di competizioni sportive nazionali ed internazionali o lo svolgimento di tali competizioni.
Gli impianti sono aperti agli sciatori amatoriali solo subordinatamente all'adozione di apposite linee guida da parte della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e validate dal Comitato tecnico-scientifico, rivolte ad evitare aggregazioni di persone e, in genere, assembramenti;

PALESTRE E PISCINE
Sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi. L'attività sportiva di base e l'attività motoria in genere svolte presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento.

MANIFESTAZIONI PUBBLICHE
Consentito soltanto in forma statica lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche, a condizione che siano osservate le distanze sociali prescritte e le altre misure di contenimento.

SALE GIOCHI
Sospese le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo e casinò.

CINEMA, TEATRO, SPETTACOLI
Sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto.

SALE DA BALLO
Sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso.

FESTE
Vietate le feste nei luoghi al chiuso e all’aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose.

SAGRE E FIERE
Vietate le sagre, le fiere e gli altri analoghi eventi ad eccezione di quelle di carattere nazionale ed internazionale nel rispetto di protocolli di sicurezza.

CONVEGNI
Sospesi i convegni, i congressi e gli altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza.

CERIMONIE PUBBLICHE
Le cerimonie pubbliche si svolgono nel rispetto dei protocolli e linee guida vigenti e in assenza di pubblico.

PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI
Le riunioni nell'ambito delle pubbliche amministrazioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni.
Nel predisporre le misure necessarie a garantire la progressiva riapertura di tutti gli uffici pubblici e il rientro in sicurezza dei propri, le pubbliche amministrazioni assicurano il rispetto delle prescrizioni vigenti in materia di tutela della salute adottate dalle competenti autorità.
Nelle pubbliche amministrazioni è incentivato il lavoro agile con le modalità stabilite da uno o più decreti del Ministro della pubblica amministrazione, garantendo almeno la percentuale del 50%.
Le pubbliche amministrazione dispongono una differenziazione dell’orario di ingresso del personale, fatto salvo il personale sanitario e socio sanitario, nonché quello impegnato in attività connessa all’emergenza o in servizi pubblici essenziali.

LUOGHI DI CULTO
Consentito l'accesso ai luoghi di culto con misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone e il distanziamento; le funzioni religiose con la partecipazione di persone si svolgono nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni.

MUSEI
Consentito l’accesso ai musei culto con misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone e il distanziamento.

SCUOLE
L’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l’infanzia continua a svolgersi in presenza.
Le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell'organizzazione dell'attività didattica, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, per una quota pari al 75 per cento delle attività , modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l'eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l'ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9,00.
E’ promosso lo svolgimento periodico delle riunioni di coordinamento regionale e locale previste nel Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione per l'anno scolastico 2020/2021 (cd. "Piano scuola"), adottato con D.M. 26 giugno 2020, n. 39.
Sospesi i viaggi d'istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.

UNIVERSITA’
Le Università predispongono, in base all'andamento del quadro epidemiologico, piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari in presenza e a distanza in funzione delle esigenze formative tenendo conto dell'evoluzione del quadro pandemico territoriale e delle corrispondenti esigenze di sicurezza sanitaria ed, in ogni caso, nel rispetto delle linee guida del Ministero dell’università e della ricerca.

CONCORSI PUBBLICI
Sospeso lo svolgimento delle procedure concorsuali pubbliche e private e di quelle di abilitazione all’esercizio delle professioni, ad esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari o in maniera telematica, ovvero in cui la commissione ritenga di poter procedere alla correzione delle prove scritte con collegamento da remoto.
Sono fatte salve le procedure in corso, quelle per le quali esistono specifici protocolli organizzativi validati dal Comitato tecnico scientifico e quelle già bandite che si dotino del suddetto protocollo.

ATTIVITA’ COMMERCIALI
Le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all'interno dei locali più del tempo necessario all'acquisto dei beni.

BAR E RISTORANTI
Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00.
Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi.
Dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico.
È consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti.
È sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 24,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

SERVIZI ALLA PERSONA
Consentite le attività inerenti ai servizi alla persona nel rispetto dei protocolli vigenti, i servizi bancari, finanziari, assicurativi nonché l'attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi.

STRUTTURE RICETTIVE
Consentite le attività delle strutture ricettive a condizione che sia assicurato il mantenimento del distanziamento sociale, garantendo comunque la distanza interpersonale di sicurezza di un metro negli spazi comuni, nel rispetto dei protocolli e delle linee guida.



ORDINANZA N°48 del PRESIDENTE DELLA REGIONE VENETO e NUOVO DPCM PRESIDENZA CONSIGLIO MINISTRI IN VIGORE DAL 18 MAGGIO AL 2 GIUGNO 
Riportiamo sintesi delle principali indicazioni presenti nei due documenti rimandando la lettura estesa dei documenti presenti a fondo pagina tra gli allegati.
Dal 18 maggio riaprono le seguenti attività nel rispetto delle indicazioni contenute nelle linee guida allegate all'ordinanza: Ristorazione, strutture ricettive, rifugi alpini, campeggi, servizi alla persona, autoscuole, attività turistiche e balneazione, commercio al dettaglio, commercio al dettaglio su aree pubbliche, piscine, palestre e impianti sportivi, musei e biblioteche, manutenzione del verde, attività di produzione teatrale, parchi zoologici e riserve naturali, altre attività non specificamente indicate. 
* DISPOSITIVI DI PROTEZIONE
Obbligatorio, per chiunque si rechi fuori dell’abitazione, l’uso di mascherina o di altra idonea protezione delle vie respiratorie e l’igienizzazione delle mani nonché il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro e di metri due nell’esercizio dell’attività sportiva;
- vietato ogni assembramento tra non conviventi in proprietà pubblica e privata;
- ammesso lo spostamento per qualsiasi motivo all’interno della Regione, anche a fini ludici, ricreativi e turistici, a piedi o con qualsiasi mezzo, anche di navigazione per diporto;
- ammesso l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici nel rispetto del divieto di assembramento e della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.
- obbligo di mascherine quando siamo fuori dal domicilio.
- in caso di attività sportiva, indossare la mascherina appena terminato l'esercizio. 
- esenti i casi all'art. A punto 2 dell'ordinanza 
Sono previste sanzioni da 400 a 3000 euro per chi non rispetta le prescrizioni date.
* È VIETATO OGNI ASSEMBRAMENTO TRA NON CONVIVENTI IN LUOGHI PUBBLICI O PRIVATI 
* Funzioni religiose consentite nel rispetto delle distanze nel rispetto dei protocolli 
* ATTIVITÀ ECONOMICHE: all'interno dell'ordinanza all'art. C presenti i dettagli.  Si possono variare gli orari di apertura previa comunicazione al Comune


I PARCHI E LE AREE VERDI DEL COMUNE SONO APERTI 04-05-2020
In base al DPCM del 26-04-2020 e all'Ordinanza regionale del 03-05-2020 si informa la cittadinanza che i parchi e le aree verdi del nostro territorio comunale (argini inclusi) sono aperti.

ATTENZIONE PERO':

  • L’accesso del pubblico è consentito evitando ogni forma di assembramento e mantenendo la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. Si accede alle aree con il proprio nucleo famigliare, senza creare gruppi o assembramenti con altre persone presenti (pic nic, tavolate, feste, grigliate, ritrovi di varia natura...).
  • E' obbligatorio, come da ordinanza regionale, indossare per ogni spostamento fuori dalla proprietà privata LA MASCHERINA che copra bocca e naso ed i GUANTI (o munirsi di gel igienizzante). Dunque anche nei parchi, aree verdi, argini, si accede con tali protezioni. Per i minori l'obbligo vale dai 6 anni in su.
  • Le aree attrezzate per il gioco dei bambini sono CHIUSE.
  • Si confida nel massimo rispetto delle norme per tutelare la salute di tutti i cittadini. Diversamente l'Amministrazione comunale, osservando il mancato rispetto di quanto detto, si vedrà costretta a vietare ancora l'accesso a tali aree.
     

ORDINANZA REGIONALE DEL 03-05-2020
Ecco i punti in sintesi dell'ordinanza regionale emanata in data 03-05-2020 valida  fino al 17 di maggio.
Per maggiori dettagli si rimanda all'allegato a fondo pagina.

  • Spostamenti. Visite ai congiunti sono valide su tutto il territorio regionale e gli affini del coniuge.
  • Distanziamento. Il distanziamento non si applica tra conviventi
  • Mascherina. In tutti i casi dell'uscita della proprietà privata è necessario l'uso di mascherina, guanti e igienizzante. Esclusi i bambini sotto ai 6 anni, i disabili e gli sportivi durante l'attività intensa, salvo l'obbligo di utilizzo al fine dell'allenamento.
  • Attività motoria e sportiva. Consentita su tutto il territorio l'attività motoria individuale, collettiva solo con i conviventi. Al fine di svolgerla è consentito spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo all'interno dei limiti regionali. Consentita addestramento motorio anche degli animali (es. cani e cavalli).
  • Pratica motoria per atleti professionisti e non in modo individuale anche in strutture al coperto, a porte chiuse, comprese le piscine, fermo restando il distanziamento sociale.
  • Manutenzioni. Sono consentite le manutenzioni di seconde case, barche e camper se si è proprietari o locatari
  • Parchi. Aperte tutte le aree verdi
  • Supermercati e negozi. Gli esercizi commerciali restano chiusi la domenica. Al supermercato si va una persona per famiglia (salvo necessità di portarsi dietro i minori) e si entra solo con mascherina e guanti. La consegna a domicilio è consentita anche alla domenica.
  • Cibo da asporto. Possibile solo con la prenotazione telefonica e garantendo il massimo della sicurezza e un cliente alla volta all'interno dell'esercizio
  • Distributori automatici. Sono aperti tutti
  • Mercati e commercio senza posto fisso. Si conferma la misura del mercato per l'alimentare, piante e abbigliamento bimbo. Con tutte le disposizioni di sicurezza attualmente attivi.
  • Venditori ambulanti alimentari. Possibile con tutte le disposizioni di sicurezza
  • Navigazione. Consentita tutta la navigazione fatte salve le restrizioni del demanio marittimo
  • Cerimonie funebri. Consentite fino a un massimo di 15 persone, preferibilmente all'aperto, con distanziamento del metro
  • Biblioteche. Consentita per la sola attività di prestito e con modalità idonee a evitare il rischio contagio
  • Aree verdi e naturali. Consentita la manutenzione su tutto il territorio regionale.


ORDINANZA REGIONALE DEL 27 APRILE 2020
Dalle 18 del 27 aprile 2020: 
  • è consentito lo spostamento INDIVIDUALE per attività motorie e attività all’aria aperta, anche con bicicletta ed altro mezzo, in tutto il territorio comunale di residenza o dimora. Con divieto di assembramenti, con obbligo di distanza di un metro tra persone (salvo quelle accompagnate quali minori, disabili e non autosufficienti), utilizzando mascherine, guanti, o comunque garantendo l’igiene.
 
Dalle 6 del 28 aprile 2020: 
 
  • è consentito per i residenti in regione, lo spostamento INDIVIDUALE nell’ambito del territorio regionale, per raggiungere le seconde case di proprietà o le imbarcazioni di proprietà, che si trovano al di fuori del comune di residenza, per lo svolgimento delle attività di manutenzione e riparazione necessarie per la tutela delle condizioni di sicurezza e conservazione del bene; 
  • è ammessa la vendita di cibo per asporto tramite veicolo, senza uscita di passeggeri (es. Mcdrive...)
  • Negli ambienti di lavoro si applica il protocollo firmato dalle parti sociali il 24 aprile 2020 e ogni successiva modifica e integrazione nonché ogni misura relativa agli ambienti di lavoro relativa a settori speciali;
  • Per tutto il resto, non diversamente regolato da questi punti, vale quanto disposto dalle altre ordinanze, che restano tutte in vigore (si ricorda obbligo di utilizzo ci mascherina che copra naso e bocca, guanti o gel igienizzante, distanza di almeno 1 metro tra persone).
 

NUOVO DECRETO GOVERNATIVO - PRESCRIZIONI IN ATTO DAL PROSSIMO 4 MAGGIO 2020 (FASE 2)
Negli allegati a fondo pagina si riporta il testo integrale del decreto governativo del 27 aprile 2020 che riporta le indicazioni e le prescrizioni per l'avvio della cossiddetta "fase 2".
In sintesi, rimandando alla lettura più approfondita del testo integrale:
  • inizia la fase di convivenza con il virus. Nella fase 2 sarà fondamentale il comportamento responsabile di ciascuno, a partire dalle distanza di sicurezza di almeno 1 metro, comprese le relazioni familiari. Si osserverà costantemente l'andamento della curva dei contagi.
  •  Mascherine chirurgiche a 50 centesimi. Ordinanza governativa per calmierare il prezzo. Probabile esenzione IVA.
  •  Spostamenti dentro i confini regionali per comprovati motivi di salute, lavoro, necessità e per far visita a congiunti. Sempre con mascherine e senza assembramenti. No riunioni di famiglia o altri momenti conviviali.
  •  Divieto di spostamento tra regioni, salvo che per esigenze lavorative o di salute, o per stato di necessità.
  • Se con febbre a 37,5 gradi si è obbligati a restare a casa.
  • Parchi aperti ma solo se si è in grado di garantire contingentamento, altrimenti chiusi.
  • Attività sportiva da soli e con 2 metri di distanza, se motoria 1 metro.
  • Consentiti gli allenamenti dei professionisti a porte chiuse e di discipline individuali.
  • Cerimonie funebri. Massimo 15 persone e con utilizzo dispositivi e nel rispetto delle distanze di sicurezza.
  • Bar e ristoranti: consentita attività di asporto, nel rispetto delle distanze di sicurezza e delle misure di contenimento.
  • Riapre il settore della manifattura e delle costruzioni, secondo protocollo e garanzia della sicurezza sul luogo di lavoro.
  • Le Regioni devono comunicare quotidianamente i dati sul contagio al Ministero della Salute. Vi saranno Soglie Sentinella per attivare misure restrittive.
  •  Il 18 maggio probabile riapertura del commercio al dettaglio, anche musei e biblioteche e riavvio sport di squadra.
  • Il 1 giugno probabile riapertura al dettaglio del settore della ristorazione e della cura della persona.
 
 
 
ORDINANZA REGIONALE DEL 24 APRILE 2020
Negli allegati a fondo pagina si riporta il testo integrale dell'ordinanza regionale del 24 aprile 2020 che prevedere la conclusione di alcune restrizioni, pur mantenendo in essere le indicazioni di tipo sanitario e preventivo (negli spostamenti utilizzo di mascherina, guanti, distanziamento tra persone)
Riportiamo la sintesi del provvedimento rimandando al testo completo nelle immagini per una lettura più' approfondita:
  • è consentita la vendita di cibo da asporto con prenotazione telefonica o online ove possibile, con ingressi dilazionati e spazi esterni di attesa (il che vuol dire che sarà possibile andare, ad esempio, a comprare il gelato in una gelateria del proprio comune, ma non di consumarlo sul posto);
  •  negozi che vendono articoli per bambini nonché cartolerie e librerie potranno restare aperti in tutti i giorni della settimana;
  •  sono consentiti poi i lavori per le opere pubbliche non per codici Ateco ma per categorie;
  •  sono consentiti i lavori sul patrimonio edilizio esistente;
  • è consentita la coltivazione degli orti urbani e comunali;
  •  è consentita la vendita dei prodotti florovivaistici anche nelle fiorerie;
  •  è consentito l'accesso nei cimiteri nel rispetto dell'obbligo di distanziamento. A tal proposito si comunica che i cimiteri comunali sono aperti.
 

EMERGENZA CORONAVIRUS - BUONI SPESA

In ottemperanza alla misura di solidarietà alimentare conseguente all’emergenza coronavirus, tutti i cittadini che ritengono di avere diritto ad ottenere buoni spesa utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità possono presentare domanda utilizzando il modello in allegato. In caso di impossibilità a stampare il modello di domanda telefonare al n. 0495849126 dalle 9.30 alle 12.00 per la consegna cartacea.

 
La norma prevede che ne siano beneficiari i nuclei familiari più esposti ai rischi derivanti dall’emergenza epidemiologica COVID19 con priorità per quelli che non hanno già una forma di sostegno pubblico (es. Naspi, cassa integrazione, indennità di mobilità, reddito di cittadinanza, reddito di inclusione ecc.)

L'importo dei BUONI SPESA sarà diversificato in relazione al numero di componenti del nucleo familiare. Non è prevista l'erogazione di somme di denaro.
La domanda dovrà essere inviata tramite le seguenti modalità:  
Le famiglie potranno utilizzati i buoni spesa esclusivamente per alimenti o generi di prima  necessità, con esclusione di alcoolici, giochi gratta e vinci, Lottomatica e similari e prodotti di alta gastronomia, presso i seguenti esercizi commerciali individuati per frazione al fine di limitare al minimo gli spostamenti:
COOP. di Campolongo Maggiore
COOP. di S. Maria Assunta
Supermercato MAXI di GOBBI ALDO di Liettoli
Superalimentari MARIGO di MARIGO DANIELE di Bojon
 
Per eventuali informazioni rivolgersi al n. 0495849126 dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.00



SERVIZIO INFORMATIVO BUONI ALIMENTARI
È attivo il servizio informativo per la raccolta delle richieste per beneficiare dei buoni spesa alimentare per i residenti a Campolongo Maggiore, in base allo stanziamento straordinario disposto dal Governo per affrontare l'emergenza coronavirus.

PER RICHIEDERE INFORMAZIONI:
Telefonare al numero dedicato 0495849126  (dal lunedì al venerdì dalle ore 9,30 alle 12)
 Modalità, iter da seguire, criteri di ammissione e altre indicazioni per beneficiare del servizio saranno fornite direttamente al telefono dall'operatore.
Non recarsi fisicamente in municipio: si ricorda che gli uffici sono chiusi al pubblico e ricevono solo su appuntamento.
La norma base prevede che ne siano beneficiari i nuclei familiari più esposti ai rischi derivanti dall’emergenza epidemiologica con priorità per quelli che non hanno già una forma di sostegno pubblico (in quanto già coperti).
SANIFICAZIONE DEL SUOLO PUBBLICO - 23-03-2020

Inizierà domani, martedì 24 marzo 2020, la sanificazione del suolo pubblico nel nostro comune.
Gli interventi che si ripeteranno con cadenza periodica, saranno a cura di Veritas e prevedono:
Sanificazione della principale viabilità orizzontale quali strade e piazze con impiego di mezzi dotati di barra frontale a bassa pressione.
Sanificazione con intervento manuale in determinati punti del territorio comunale. I punti interessati riguardano aree specifiche (es. marciapiedi, panchine, scalinate, rampe, pensiline mezzi pubblici) e comunque siti esterni di aggregazione e interesse pubblico ove è opportuno intervenire in maniera specifica.


ELENCO NEGOZI CON CONSEGNA A DOMICILIO
Si riporta (in allegato a fondo pagina) ELENCO AGGIORNATO alla data del 23-03-2020 dei negozi presenti nel nostro territorio comunale che si sono resi disponibili per consegna a domicilio (svolta dagli esercenti stessi o in collaborazione con il servizio di consegna a domicilio promosso dall’ Amministrazione comunale).
Per ogni dettaglio (lista prodotti, pagamenti, modalità di consegna) contattare direttamente il negozio di interesse.    


NUOVO DECRETO GOVERNATIVO DEL 22-03-2020 (ULTERIORE CHIUSURA ATTIVITA' PRODUTTIVE) - 22-03-2020
Riportiamo una sintesi delle misure straordinarie in riferimento alla chiusura dei siti produttivi non strettamente necessari, rimandando per maggiori dettagli alla lettura del decreto allegato a fondo pagina.

- Sono sospese le attività produttive e commerciali, fatte salve quelle previste dall’elenco di cui all’allegato 1 allegato;
- Restano sostanzialmente attive tutte le imprese e le filiere collegate al settore sanitario, farmaceutico, alimentare, energetico, e larga parte del consumo all’ingrosso funzionario alla produzione o ai beni primari. Si considerano esentate dalla chiusura anche la comunicazione e la telefonia;
- Attenzione: le imprese le cui attività sono sospese per effetto di questo decreto posso completare le attività necessarie alla sospensione, compresa la spedizione delle merci in giacenza, fino al 25 marzo;
- Le imprese che proseguiranno le proprie attività dovranno rispettare i contenuti del protocollo sulla sicurezza firmato anche in Veneto: un metro di distanza e l’uso di dispositivi di protezione individuale;
- Le imprese che devono assicurare le filiere delle attività di cui all’allegato 1 del decreto possono proseguire dandone comunicazione al Prefetto della propria Provincia, indicando le imprese ad esse collegate.
- Queste disposizioni di chiusura sono efficaci fino al 3 aprile.


NUOVE DISPOSIZIONI ULTERIORI RESTRIZIONI SPOSTAMENTI - 21-03-2020
In attesa del decreto del Presidente del Consiglio, è stata emanata un’ordinanza che si trasmette alla Cittadinanza.
È FATTO DIVIETO a tutte le persone fisiche di trasferirsi o SPOSTARSI con mezzi di trasporto pubblici o privati in COMUNE DIVERSO DA QUELLO IN CUI SI TROVANO, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

Maggiori informazioni nell’ allegato “decreto spostamenti 21-03-20” a fondo pagina.


NUOVE RESTRIZIONI  SUGLI SPOSTAMENTI - ORDINANZA REGIONALE - 20-03-2020 ORE 15
Si riporta sintesti della nuova ordinanza regionale redatta nell'ottica di reprimere gli spostamenti non necessairi. Si rimanda per maggiore completezza all'allegato in fondo pagina:
- Dispone la chiusura di parchi e giardini pubblici (come già chiusi dall' ordinanza del nostro comune);
- Vieta lo spostamento a piedi se non per stretta necessità, lavoro, salute;
- Vieta l' uso della bicicletta o mezzi similari se non per stretta necessità, lavoro, salute;
- Concede l' attività motoria o l' uscita da casa per espletare i bisogni di animali domestici nel raggio di 200m dal proprio domicilio e dotandosi obbligatoriamente di autocertificazione;
- Chiusi supermercati e attività per la vendita di generi alimentari nel giorno della domenica;
- L' accesso agli esercizi commerciali attualmente aperti è concesso ad un solo componente del nucleo familiare; (si esce da casa da soli e non in compagnia);
L' ordinanza è già attuativa ed è valida fino al giorno 3 aprile.
 
SOSTEGNO TELEFONICO PSICOLOGICO
Si informa la cittadinanza che in collaborazione con l’Associazione Anteas Campolongo è stato attivato uno SPORTELLO TELEFONICO DI SUPPORTO PSICOLOGICO E ASCOLTO per sostenere in questo difficile momento le persone, specie anziane, sole e in difficoltà.
Questi i recapiti telefonici e gli orari nei quali chiunque può telefonare:
OGNI SABATO DALLE ORE 9,30 ALLE 11,30
risponderà la dott.ssa Zennaro Samuela
al numero 346 9628804
OGNI MARTEDI’ E VENERDI’ DALLE ORE 19 ALLE 21
risponderà la dott.ssa Roveran Cristina
al numero 338 5685496


NUOVI CASI POSITIVI NEL TERRITORIO COMUNALE 18-03-2020
Si comunica che i casi di soggetti positivi a Coronavirus nel nostro comune sono saliti a 4.
Sono già state intraprese tutte le procedure per i famigliari, quali l’isolamento domiciliare e il divieto assoluto agli spostamenti dalla propria abitazione.
Augurando una pronta e quanto più breve guarigione ai nostri cittadini coinvolti, ricordiamo a tutta la cittadinanza di attenersi alle indicazioni già in atto:
- restare a casa. Spostarsi solo per spostamenti per motivi di salute, lavoro, necessità (la spesa alimentare e i farmaci)
- mantenere la distanza di almeno 1 metro da altri soggetti
- invitiamo tutti alla massima responsabilità anche in merito all'inutile pratica di voler individuare l’identità delle persone contagiate. Nel rispetto della privacy e della dignità delle persone tali dati non vengono divulgati. Atteniamoci al semplice rispetto delle indicazioni suddette per proteggere noi stessi e gli altri.  
 
 
ORDINANZA CHIUSURA PARCHI, GIARDINI, AREE VERDI COMUNALI, ARGINI  PER FRONTEGGIARE L'EPIDEMIA "CORONA VIRUS" - 18-03-2020
 Si comunica che è stata emanata ordinanza (allegata) a firma del sindaco per la chiusura al pubblico fino al prossimo 3 aprile dei parchi, giardini ed aree verdi comunali, argini,  per fronteggiare l'epidemia "Corona virus".
Sono in corso i controlli per il rispetto della presente ordinanza a cura della Polizia municipale. In caso di mancata ottemperanza si procederà alla denuncia all’Autorità competente con applicazione di sanzione fino ad euro 500.
Si raccomanda, oltre al divieto di accesso a tali zone,  il rigoroso rispetto delle disposizioni già in atto relative al divieto di assembramento anche nelle strade, nelle piazze, nei cimiteri e in ogni luogo pubblico.
Si ribadisce a tutta la cittadinanza di RESTARE A CASA e di spostarsi esclusivamente per salute, lavoro, estrema necessità (spesa alimentare o farmaci).
 
 
ACCESSO ALL’UFFICIO POSTALE DI BOJON 18-03-2020
Ricordando che nel territorio comunale resta aperto al pubblico solo l’ufficio postale di Bojon, SI INVITANO I CITTADINI A RECARSI ALL’UFFICIO POSTALE SOLO PER OPERAZIONI URGENTI E INDIFFERIBILI.
Anche i pagamenti di utenze in scadenza sono differibili stante la proroga di numerosi  termini in forza delle disposizioni legislative.
Sono già iniziati presso l’ufficio postale di Bojon i controlli a campione della Polizia municipale per verificare l’urgenza e l’indifferibilità delle operazioni di coloro che si recheranno all’ufficio postale, ai sensi delle disposizioni previste dal DPCM 11 marzo 2020 come valido motivo di uscita dal proprio domicilio.
Le violazioni saranno punibili con la segnalazione all’autorità giudiziaria per violazione dell ert. 650 CP punibile con l’arresto e fino a tre mesi o ammenda fino ad 206 euro.
 
 
ACCESSO AI CIMITERI  18-03-2020
I NOSTRI CIMITERI SONO APERTI, TUTTAVIA SI INVITANO TUTTI I CITTADINI AD EVITARE SPOSTAMENTI NON NECESSARI.
E’ comprensibile l’esigenza, soprattutto delle persone più anziane, nel recarsi in cimitero per far visita ai propri cari, ma nell’ottica delle stringenti misure di contenimento epidemiologico in atto, anche tale pratica è da evitare quale spostamento non necessario.
Si fa divieto assoluto in tutti i casi a formare ogni tipo di assembramento (anche molto piccolo) davanti e dentro ai cimiteri e a mantenere la distanza minima di almeno 1 metro da ogni persona.
Anche in tali luoghi si effettueranno i controlli della Polizia municipale ai sensi delle disposizioni previste dal DPCM 11 marzo 2020. Le violazioni saranno punibili con la segnalazione all’autorità giudiziaria per violazione dell ert. 650 CP punibile con l’arresto e fino a tre mesi o ammenda fino ad 206 euro.
 
 
PUBBLICATO IL DECRETO LEGGE 17 MARZO 2020, N. 18 COSIDDETTO DECRETO "CURA ITALIA".  – 17-03-2020
Riportiamo una sintesi delle misure straordinarie adottate per sanità, famiglie e lavoro, rimandando allo specifico decreto allegato a fondo pagina:
1) finanziamento e altre misure per il potenziamento del Sistema sanitario nazionale, della Protezione civile e degli altri soggetti pubblici impegnati sul fronte dell’emergenza;
2) sostegno all'occupazione e ai lavoratori per la difesa del lavoro e del reddito;
3) supporto al credito per famiglie e micro, piccole e medie imprese, tramite il sistema bancario e l’utilizzo del fondo centrale di garanzia;
4) sospensione degli obblighi di versamento per tributi e contributi nonché di altri adempimenti fiscali ed incentivi fiscali per la sanificazione dei luoghi di lavoro e premi ai dipendenti che restano in servizio.
 
Di seguito la proroga decisa nel decreto di alcune scadenze: 
- Le patenti di guida in scadenza tra il 31.01.2020 e il 15.04.2020 conservano la validità sino al 15.06.2020;
- I veicoli da sottoporre a revisione periodica entro il 31.07.2020 sono autorizzati a circolare sino al 31.10.2020;
- Fino al 31.07.2020 la copertura assicurativa RCA è aumentata di ulteriori 15 gg oltre a quelli già previsti dall'art.1901 cc. (15 giorni o 30 giorni concessi da alcune compagnie assicurative come bonus).
- La validità sul territorio nazionale della Carta di Identità scaduta o in scadenza al 18.03.2020, è prorogata sino al 31.08.2020.


SERVIZIO GRATUITO DI CONSEGNA A DOMICILIO DELLA SPESA ALIMENTARE E/O FARMACI - AGGIORNAMENTO 12/03/2020

Per far fronte all’emergenza sanitaria da Coronavirus, il comune di Campolongo Maggiore ha attivato il SERVIZIO GRATUITO DI CONSEGNA A DOMICILIO DELLA SPESA ALIMENTARE E/O FARMACI.

Chi può aderirvi?
Qualsiasi cittadino, specie anziano, che viva solo o con situazioni di fragilità e difficoltà.

Come funziona?
Prenota la tua spesa in un negozio/farmacia ubicato esclusivamente sul territorio comunale.
Chiama il numero sottostante (dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 13) per prenotare il servizio di consegna.
Successivamente un volontario della nostra protezione civile la ritirerà e la consegnerà presso la tua abitazione.

PER PRENOTARE IL SERVIZIO CHIAMA IL COMUNE DI CAMPOLONGO AL NUMERO 0495849126 (dal lunedì al venerdì dalle 12 alle 13)

E’ importante che soprattutto gli anziani e le persone fragili RESTINO A CASA.
E’ importante che TUTTI I CITTADINI limitino allo stretto necessario gli spostamenti.
Confidiamo nella COLLABORAZIONE DI TUTTI



VERITAS - CHIUSURA SPORTELLI RAPPORTI CON L'UTENZA - AGGIORNAMENTO DEL  12-03-2020

Da domani fino al 4 aprile saranno chiusi Ecocentri ed Ecomobili al fine di evitare gli assembramenti e gli spostamenti di persone non necessari.
Resta in funzione (salvo ulteriori future restrizioni) il servizio di raccolta degli ingombranti a domicilio su appuntamento secondo le modalità ordinarie.
APPELLO AL SENSO CIVICO: non abbandonate rifiuti per strada o accanto ai cassonetti. Non andrebbe mai fatto, men che meno in queste giornate di emergenza.

Grazie per la vostra collaborazione.

DECRETO GOVERNATIVO DEL 11-03-2020
In allegato a fondo pagina il nuovo decreto governativo. Si riportano in sintesi le attività che possono rimanere aperte, rimandando alla lettura del decreto (specialmente art. 1 e allegati 1 e 2) per maggiori dettagli. Si ricorda che permangono le restrizioni già in essere sugli spostamenti: consentiti solo quelli per lavoro, salute, necessità primaria con presentazione di autocertificazione in caso di controllo.  Le disposizioni sono in vigore dal 12.03.2020 al 25.03.2020.
ATTIVITA' CON APERTURA CONCESSA:
- Ipermercati, supermercati,discount di alimentari;
- Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari;
- Commercio al dettaglio di prodotti surgelati;
- Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici;
- Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2);
- Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati;
- Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
- Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico;
- Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari;
- Commercio al dettaglio di articoli per l'illuminazione;
- Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici;
- Farmacie, parafarmacie, sanitarie;
- Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l'igiene personale;
- Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici;
- Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia;
- Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento;
- Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini;
- Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet;
- Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione;
- Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono;
- Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici;
- Tabaccai, edicole, rivenditori di periodici;
- Banche, poste, assicurazioni, lavori del settore agricolo e zootecnico
- uffici: aperti, ma vanno incentivate ferie, congedi retribuiti, lavoro agile e chiusi i reparti non indispensabili
- Industrie e fabbriche, ma devono assumere protocolli di sicurezza
- Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia;
- Attività delle lavanderie industriali;
- Altre lavanderie, tintorie;
- Servizi di pompe funebri e attività connesse.
 
ATTIVITA' CHIUSE:  
- negozi diversi dal precedente punto
- parrucchieri
- centri estetici
- bar
- pub
- ristoranti, pizzerie, pasticcerie
- servizi di mensa che non garantiscono distanza 1 mt
Concesso solo attività di asporto a domicilio seguendo le prescrizioni in essere


CORONA VIRUS - ACCESSO AGLI UFFICI COMUNALI SOLO SU APPUNTAMENTO - AGGIORNAMENTO DEL 10/03/2020

Viste le misure adottate con DPCM 8 marzo 2020 per contenere la diffusione del contagio da Coronavirus, si invitano tutti i cittadini ad evitare di recarsi fisicamente presso gli Uffici Comunali da oggi e fino al 3 aprile prossimo.
 
Sarà possibile contattare telefonicamente gli Uffici ai numeri telefonici riportati al sottostante link per tutte le informazioni e le pratiche che possono essere svolte per tale via.
 
Per tutte le pratiche urgenti che non possano essere svolte telefonicamente o via telematica, sarà possibile fissare un APPUNTAMENTO presso gli Uffici, che riceveranno l'utenza dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, chiamando i numeri indicati al seguente link:
https://www.comune.campolongo.ve.it/c027003/zf/index.php/uffici/index/index



MODELLO AUTOCERTIFICAZIONE PER SPOSTAMENTI

 

Il modello in formato pdf è disponibile a fondo pagina tra gli allegati. 
 
DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEL 8.3.2020
Si allegano il DPCM del 8.3.2020, e la Circolare del Ministro dell'Interno del 8.3.2020, che ne specifica l'applicazione

SOSPENSIONE EVENTI E MANIFESTAZIONI FINO AL 3 APRILE 2020
In ottemperanza al decreto governativo del 04 marzo 2020 (misure di contenimento emergenza epimediologica da COVId-19) si comunica che sono sospese le seguenti iniziative precedentemente programmate:
- MERCOLEDI' 18 MARZO ORE 16,30 LETTURE ANIMATE "FAVOLE A MERENDA"
- SABATO 21 MARZO ORE 20,45 PRESENTAZIONE DEL LIBRO "LA MIA VOCE"
- DOMENICA 22 MARZO "CARNEVALE DEL DOLCE" DI BOJON 
- MERCOLEDI' 25 MARZO ORE 16,30 LABORATORIO E LETTURE "L'ALBERO DI KLIMT"
Eventuali date di recupero saranno comunicate successivamente.
 
 
DISPOSIZIONE DECRETO GOVERNATIVO DEL 4 MARZO 2020
Riportiamo i punti principali e che più interessano la cittadinanza del nuovo DPCM di ieri, rimandando per maggiori dettagli al decreto allegato.
FINO AL 15 MARZO 2020:
✔  sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza.
 
FINO AL 3 APRILE 2020:
 Sono sospese le manifestazioni e gli eventi di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metto.
 Sono sospesi altresì gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato. Resta comunque consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico.
 Sono sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado.
 È fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso (DEA/PS), salve specifiche diverse indicazioni del personale sanitario preposto.
✔ L’accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA) e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, è limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione.
✔ È fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di  evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.


NOTA INFORMATIVA DEL 02-03-2020 ORE 14 - LA BIBLIOTECA E' APERTA
Si informa che in esecuzione di quanto previsto dall’art. 2 comma f) del DPCM del 1.3.2020 recante “Misure urgenti di contenimento del contagio nelle regioni e nelle province di cui agli allegati 2 e 3, da oggi a sabato 7 marzo la BIBLIOTECA E’ APERTA AL PUBBLICO secondo l’orario ordinario, con le seguenti prescrizioni:
- che la fruizione avvenga in maniera contingentata al fine di evitare assembramenti di persone;
- che sia garantita tra gli utenti la distanza minima di un metro.
Sino a Sabato 7.3.2020 le attività che comportano vicinanza tra gli utenti sono pertanto sospese, quali per esempio soggiornare all’ interno della ludoteca, letture ad alta voce, letture collettive etc.
E’ consentito il soggiorno nelle sale di lettura e delle postazioni internet, a condizione che sia garantita la distanza minima prevista tra gli utenti. Il personale è autorizzato ad adottare tutte le misure atte a garantire il rispetto delle disposizioni surrichiamate, compresa l’eventuale sospensione
degli accessi al fine di consentire il deflusso degli utenti. Le disposizioni in argomento sono efficaci sino al 8.3.2020.
 
CORONAVIRUS -  DECRETO MINISTERIALE DEL 01-03-2020
Riportiamo in sintesi le disposizioni del decreto, rimandando alla più approfondita lettura dell'allegato. 
1) sospensione degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, sino all’8 marzo 2020, in luoghi pubblici o privati. Resta consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse.(....) È fatto divieto di trasferta organizzata dei tifosi per la partecipazione ad eventi e competizioni sportive che si svolgono nelle restanti regioni;
2) sospensione, sino all’8 marzo 2020, dei servizi educativi dell’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per anziani, ad esclusione dei medici in formazione specialistica e tirocinanti delle professioni sanitarie, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative svolte a distanza;
3) mantenimento dell’obbligo di chiusura dei musei e dei luoghi culturali o soppressione dell’obbligo di chiusura, a condizione che detti istituti e luoghi assicurino modalità di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico e garantendo il mantenimento di una distanza di almeno un metro tra visitatori (cosiddetto “criterio droplet”);
4) sospensione, sino all’8 marzo 2020, di tutte le manifestazioni organizzate, di carattere non ordinario, nonché degli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico, quali, a titolo d’esempio, grandi eventi, cinema, teatri, discoteche, cerimonie religiose;
5) sospensione delle procedure concorsuali pubbliche e private ad esclusione dei concorsi per il personale sanitario;
6) apertura di tutte le attività commerciali e ristorazione condizionata all'adozione di misure organizzative tali da consentire un accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate o comunque tali da evitare assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e garantendo il mantenimento di una distanza di almeno un metro tra visitatori (cosiddetto “criterio droplet”);
7) limitazione dell’accesso dei visitatori alle aree di degenza, preferibilmente una persona per paziente al giorno, da parte delle direzioni sanitarie ospedaliere;
8) limitazione dell’accesso dei visitatori agli ospiti nelle residenze sanitarie assistenziali per non autosufficienti;
9) sospensione dei congedi ordinari del personale sanitario e tecnico, nonché del personale le cui attività siano necessarie a gestire le attività richieste dalle unità di crisi costituite a livello regionale.
10) le aziende di trasporto pubblico anche a lunga percorrenza adottano interventi straordinari di sanificazione dei mezzi;
11) la riammissione nelle scuole di ogni ordine e grado per assenze dovute a malattia infettiva soggetta a notifica obbligatoria, di durata superiore a cinque giorni, avviene fino alla data del 15 marzo 2020, dietro presentazione di certificato medico, anche in deroga alle disposizioni vigenti.
 
Su tutto il territorio nazionale si applicano le seguenti misure di prevenzione:
a) lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
b) evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
c) non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
d) coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
e) non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
f) pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
g) usare la mascherina solo se si sospetta di essere malato o si assiste persone malate.
 


CORONAVIRUS - AGGIORNAMENTO DEL 25-02-2020 ore 22.20
 
Si informa la cittadinanza che è stato firmato un nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio (DPCM 25/2/2020), che riprende le norme già in vigore con tutta una serie di specifiche.
In sintesi:
✔ Sospesi tutti gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina in luoghi pubblici e privati. 
✔ Possono essere svolti i predetti eventi e allenamenti a porte chiuse.
✔ viaggi istruzione e visite didattiche sospesi fino al 15 Marzo
✔ fino al 15/03/2020 riammissione a scuola con certificato medico per assenze superiori ai 5 giorni
✔ domenica 1 marzo vietato accesso a istituti e luoghi culturali
 
SONO CONFERMATE E RESTANO IN VIGORE LE PRECEDENTI DISPOSIZIONI: 
✔ le sale,le palestre comunali E PRIVATE, i campi sportivi POTRANNO ESSERE utilizzati solo per allenamenti e partite a PORTE CHIUSE
 
<

Allegati

Nome Dimensione
Allegato VecchiAllegati.zip 19.7 MB
Allegato DPCM_17052020_Coronavirus.pdf 3.55 MB
Allegato OrdinanzaPresidenteVeneto_048-2020_Coronavirus.pdf 561.93 KB


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto